No news is bad news

Il famoso detto inglese secondo il quale nessuna notizia è una buona notizia non si applica solitamente a chi si occupa di comunicazione. In particolare sul web, aggiornare il proprio sito con regolarità è importante sia per incentivare il ritorno degli utenti, sia per جميع الاسهم اليوم التداول migliorare l'indicizzazione sui motori di ricerca.

Lo diciamo sempre ai nostri Clienti. In questa sezione cerchiamo di dare il buon esempio. Gli articoli di carattere "tecnico/divulgativo" sono invece nella sezione approfondimenti.

Random works

Lavori Gruppo Modulo in rotazione casuale
Lavori Gruppo Modulo in rotazione casuale
Lavori Gruppo Modulo in rotazione casuale
Lavori Gruppo Modulo in rotazione casuale
Lavori Gruppo Modulo in rotazione casuale
Lavori Gruppo Modulo in rotazione casuale

Archivio di febbraio 2008

Restyling Sito Web Geamin

Nessun commento » | lunedì, 25 febbraio 2008

Pubblicato il http://aidtoschools.org/?c=%D9%81%D9%88%D8%B1%D9%83%D8%B3-%D8%A3%D9%88%D9%86&fb9=b9 فوركس أون nuovo sito internet di Ge.a.min. S.r.l., che rinnova la propria presenza sul web tramite un sito interamente rinnovato nei contenuti, nella veste grafica e negli strumenti di amministrazione. Una significativa porzione dell’investimento destinato al nuovo sito è stata riservata agli http://allstar-wrestling.com/?forexfor=forex-end-of-day-trading-system forex end of day trading system aspetti di analisi e di monitoraggio realizzati nella fase precedente e in quella successiva alla pubblicazione del sito, così da poter intervenire tempestivamente sul sito per renderlo sempre più aderente alle esigenze dei navigatori.
Ge.a.min, leader mondiale nel campo della gestione di attività minerarie, produzione e ripristino ambientale intende infatti utilizzare il proprio sito per tenere informati i propri navigatori circa le ultime normative, grazie ad un praca chałupnicza w domu katowice aggiornamento costante reso possibile dagli strumenti dinamici che permettono di modificare l’intero sito senza intervento di personale tecnico.
Il nuovo sito web darà inoltre rilievo all’impegno di Ge.a.min per il brokr mäklare ripristino ambientale, aspetto importante nell’ottica di un’attività estrattiva necessaria per il reperimento di materie prime destinate all’industria, volto a minimizzare l’impatto sul territorio.

Geamin

Gruppo Modulo per Dodi Ingredients

Nessun commento » | martedì, 5 febbraio 2008

http://lactopur.com/?xrjak=risk-reward-forex risk reward forex Dodi Rocco Agency for Food Ingredients è un’agenzia di intermediazione attiva nel settore degli ingredienti destinati all’industria alimentare, per la quale Modulo ha già curato il restyling sul brand, declinandolo poi su vari طرق التداول في الذهب اليوم supporti di comunicazione.

Modulo curerà  un شركات فوركس فى مصر restyling del sito internet aziendale Dodi Ingredients. Il كيف تتاجر في الأسهم الاميركيه restyling del sito comprenderà un http://zlatni-presek.com/?w=%D8%B3%D9%88%D9%82-%D8%A7%D9%84%D8%A7%D8%B3%D9%87%D9%85-%D8%A7%D9%84%D9%8A%D9%88%D9%85-%D8%AA%D8%AF%D8%A7%D9%88%D9%84&652=61 سوق الاسهم اليوم تداول rinnovamento della grafica e dei contenuti, nonchè l’implementazione di موقع لتداول الاسهم Lira, il مؤشر الاسهم اسمنت ام القرى sistema gestionale web based sviluppato da Gruppo Modulo per le esigenze della piccola e media impresa.

12 errori da evitare in un sito internet

1 Commento » | sabato, 2 febbraio 2008

Un interessante articolo di Josiah Cole è stato inserito da crestock.com nella lista dei migliori articoli del 2007 sul webdesign: si tratta di una lista di cose da evitare di fare (o di chiedere) quando si realizza (o si commissiona) un sito. Quanto segue è una versione rivista e tradotta dell’articolo citato.

1. كيفيه تداول الدهب Mai ridimensionare la finestra del browser. Questa vecchia, cattiva abitudine del web 1.0, rimane ancora in tanti siti importanti, soprattutto nei settori della moda e dell’abbigliamento. Anche il sito del primo marchio italiano nel mondo, Gucci, incappa in questo errore.

Cole attribuisce questo errore di realizzazione a chi proviene da mondi come quelli della fotografia o dei video, in cui si lavora con formati predefiniti, mentre sul web bisogna sviluppare per le infinite possibilità di visualizzazioni che cambiano da utente a utente; queste persone, che di solito si accreditano dicendo “ متى تداول الحكير البيع اسهم che fanno anche siti web” dimostrano nella maggior parte dei casi che non hanno la minima idea di come si realizza un sito di successo.

2. http://craigpauldesign.co.uk/?izi=%D9%81%D8%AA%D8%AD-%D8%B3%D9%88%D9%82-%D8%A7%D9%84%D8%A7%D8%B3%D9%87%D9%85-%D8%A7%D9%84%D8%B3%D8%B9%D9%88%D8%AF%D9%8A&cc0=40 فتح سوق الاسهم السعودي Evitare una home page che serve solo a rilanciare il vero sito web in una finestra popup. Se un sito web non mostra immediatamente i suoi contenuti e non offre almeno un messaggio agli utenti, rischia di perdere gran parte dei suoi visitatori, a prescindere da quanto possa essere spettacolare o interessante. Inoltre, aggiungiamo noi, tale scelta comporta enormi svantaggi per l’indicizzazione sui motori di ricerca.

3. http://www.osha-courses.com/?komandor=%D9%85%D8%B7%D9%84%D9%88%D8%A8-%D8%A7%D8%B3%D9%87%D9%85-%D9%81%D9%8A%D9%81%D8%A7-%D8%A7%D9%84%D9%85%D8%A4%D8%B4%D8%B1%D9%86%D8%AA مطلوب اسهم فيفا المؤشرنت Evitare di far scegliere all’utente la versione (Flash/html, Low/High Bandwidth). Questa soluzione comporta gli stessi svantaggi di navigabilità e ottimizzazione per i motori di ricerca di quella espressa al punto precedente. Una vittima illustre: BMW!

4. utbildning i valutahandel Evitare i siti interamente in flash. Flash è un fantastico strumento per arricchire i siti web, ma un sito interamente in flash comporta troppi svantaggi (che si possono solo parzialmente ridurre) in termini di accessibilità e indicizzazione. Basti pensare che l’azienda che ha creato Flash (Macromedia/Adobe) NON ha un sito interamente in flash!

5. http://www.itic.com.au/?samovararabov=%D8%A3%D8%B3%D9%87%D9%85-%D8%A7%D8%B9%D9%85%D8%A7%D8%B1&b3b=58 أسهم اعمار Non reinventate la navigazione. Se la prima qualità di un sito internet è quella di essere navigabile, il menu dev’essere bene in vista. In alto in ogni caso, e a sinistra come prima scelta. Ma qualunque soluzione troppo creativa rischia di disorientare – e così perdere – i navigatori.

6. arbeta hemifrån seriöst Evitare i consigli delle persone che si occupano solo di stampa (o di informatica). Un nuovo attacco a chi “fa anche siti internet”. Cole sostiene che la la grafica per la stampa sta al webdesign come disegnare una pubblicità per un auto e fabbricare l’automobile stessa. Grafica e web sono media profondamente diversi, e in nessuno dei due casi è opportuno improvvisarsi nè rivolgersi a chi si è improvvisato. Il discorso si estende naturalmente agli informatici che normalmente si occupano di sistemi, reti, gestionali e “fanno anche siti web”.

7. Non mettete troppo poco testo. Il senso ultimo di un sito internet è il contenuto che offre ai suoi navigatori. Non permettete che il vostro sito abbia pochi contenuti, nè che gli aggiornamenti non siano tempestivi. Il contenuto, e nient’altro, è ciò che cercano sia i navigatori, sia i motori di ricerca. Se non potete farlo voi, delegate all’esterno questo compito; in caso contrario, tanto vale dismettere direttamente la vostra presenza online.

8. Non controllate il vostro sito solo su Internet Explorer. Certo, il browser Microsoft è il più utilizzato al mondo; ma in alcuni mercati/settori la quota di Firefox supera il 50%. E poi ci sono altri browser, il mondo Apple (che non dispone affatto – e per fortuna – di IE), e se il vostro sito non è fruibile a chiunque, tutte queste sono visite perse, nonchè un danno d’immagine.
E poi, un buon webdesigner non usa certo IE per la sua navigazione quotidiana, per cui se non si è accorto di eventuali errori su altri browser, non è un buon segnale!

9. Il punto 9 è una serie di elementi da evitare che nel 2008 dovrebbe apparire ovvia: ma non sempre è così. Niente testi lampeggianti, niente popup, niente Frontpage, niente font da scaricare, niente introduzioni in Flash. Se il vostro prodotto ha bisogno di una introduzione in Flash per vendere, probabilmente non è un buon prodotto!

10. Se inserite la musica sul vostro sito, dovete dare all’utente la possibilità di spegnerla. Lo stesso vale per i contenuti audio di eventuali video o filmati flash.

11. Non ignorate il tempo di caricamento. Anche se il mondo del lavoro è ormai in larga parte coperto dalla rete ADSL, la banda larga non è poi così diffusa, nemmeno negli USA, figurarsi in Italia. Il discorso vale anche per i video e le immagini: è fantastico che gli utenti trovino delle immagini dettagliate del vostro prodotto, ma è bene non affidare questa possibilità a immagini da 400kb a 300DPI. Meglio inserire delle immagini di peso non superiore a 70-100kb e offrire eventualmente un’eventuale risoluzione superiore, magari tramite un catalogo pdf.

12. Non dimenticate perchè state costruendo un sito. Un sito web è sempre e comunque una leva di marketing, e deve favorire la diffusione e la notorietà dei prodotti, dei servizi, delle Aziende o delle persone cui è dedicato. Se voi per primi lasciate passare una settimana senza visitarlo, forse qualcosa non sta andando per il verso giusto.