Viral Marketing

Il marketing virale o viral marketing è una tecnica che consiste nell’utilizzare relazioni o comunità preesistenti per attirare l’attenzione su un prodotto, un servizio, un evento o un’Azienda attraverso la diffusione via passaparola: un passaparola però indotto e incoraggiato dall’azienda o dall’agenzia.

Il viral marketing realizza e adotta strumenti di viral advertising, creando contenuti (a volte soltanto “idee”, altre volte filmati, giochi o interi siti) ad hoc per divertire o incuriosire gli utenti, di modo che siano essi stessi a segnalarlo agli amici. In questo modo l’Azienda che sponsorizza tale realizzazione sostiene solo i costi per la realizzazione del supporto di adv, eliminando in toto o in parte necessari per la diffusione del messaggio.

Per questa sua unicità, il viral marketing viene categorizzato come unusual marketing, una definizione che raggruppa tutte le forme di marketing non convenzionale. Tra esse, si inserisce a pieno titolo il Guerrilla Marketing, una modalità di comunicazione tipicamente a basso budget e di forte impatto teorizzata già nel 1984 da Conrad Levinson.

Il guerrilla marketing ha trovato una delle sue espressioni più note nella creazione della leggenda metropolitana della sparizione di quattro ragazzi nel Maryland: una storia inventata, poi narrata nel film Blair Witch Project.

Spostando l’investimento della comunicazione al 100% sulla creatività, il marketing non convenzionale richiede una piena fiducia nell’agenzia che si occuperò di creare e veicolare il messaggio. Gruppo Modulo realizza campagne di viral marketing, ed inserisce comunque alcune soluzione di marketing non convenzionale, a cominciare dai siti teaser nei piani di comunicazione sviluppati per i propri Clienti.